La storia ed il parco

pagaie-a-ventaglio 200x200

Era un sogno, ora è la nostra storia!

Una immagine indelebile, sei amici, pizza, birra, e la sfida: facciamo la Canottieri Brescia!

Sono passati una manciata di anni, attraverso emozioni, conquiste, alcuni dolori e tanta adrenalina.

La prima grande impresa, una società remiera nel centro di Brescia non era mai esistita, ma si sa, le grandi storie partono da lontano. E ci voleva tanta fantasia per immaginare, guardando tra ruspe e cumuli di sabbia, quella che oggi è diventata a tutti gli effetti un’area ecologica immensa, sette piccoli laghi, uniti da una pista ciclabile che parte dalla città e si snoda nella natura per…km.

Lì è iniziata l’avventura della Canottieri, quando ancora le cave erano in funzione e all’inizio dell’allenamento, alle ore 17.00 portando in acqua la barca, i nostri salutavano gli operai che finivano il loro turno. Operai della Gaffurini, la quale aveva generosamente acconsentito a degli adulti felici come bambini di mettere in acqua la loro strana barca con la faccia da drago.

In questo sogno/progetto che oggi porta il nome di Parco delle Cave, la Canottieri, membro effettivo della Consulta per l’Ambiente, ha avuto sicuramente un ruolo centralissimo, la realizzazione del parco è stata come una regata, una di quelle lunghe lunghe, dove le braccia gridano, dove sudi e ti disperi pensando di non giungere al traguardo, ma lo sport si dice essere come la vita, devi resistere, e allora il Parco è la nostra più grande vittoria, e tutti gli attori che hanno contribuito sono i nostri compagni e a tutti loro la Canottieri Brescia sarà sempre riconoscente.

Dalla sabbia all’acqua, dalla cava al parco, remando sul nostro primo Dragone, comprato grazie alla generosità di uno sponsor, ripulito, scartavetrato, pitturato e apparecchiato da donne e uomini maestri d’ascia improvvisati. E poi il rimessaggio, la costruzione degli spogliatoi, le mille riunioni in comune, la ricerca e l’acquisto delle attrezzature, il gruppo che cominciava a infoltirsi, le prime gare e finalmente i primi importanti risultati e le convocazioni nelle nazionali di Dragon Boat.

Oggi la Canottieri Brescia ha nel suo laghetto tre barche drago da 20 vogatori, una trentina tra canoe e kayak e soprattutto, 80 adorabili tesserati, atleti, amatori, amici. La nostra più grande soddisfazione è sederci nella stessa barca, come una famiglia. Con nel proprio dna la voglia di sognare.

La nostra attuale sede di allenamento è il lago di via Fusera a Brescia.